La mamma di tutti gli eventi

Continua la StraBologna Story, rubrica in cui diamo la voce ed un volto ai protagonisti di questo evento per raccontare attraverso la loro storia quella della nostra città degli ultimi (quasi) quarant’anni.

Venuste NiyongaboVenuste Niyongabo, classe 1973. Primogenito di nove fratelli, inizia a correre da piccolo per esigenza di trasporto ma anche per divertimento. Mezzofondista, specialista di 1500 e 5000 metri, è stato il primo atleta del suo paese (Burundi) a vincere un oro olimpico, nei 5000 alle Olimpiadi di Atlanta del 1996. Oggi continua a correre per diletto, è dirigente di una multinazionale sportiva e allena giovani promesse dell’atletica e lo abbiamo ospitato ai nostri microfoni.

Sono arrivato a Bologna nel 2000, ero a fine carriera e ho conosciuto alcuni dirigenti della Uisp con cui ho collaborato per alcuni progetti nelle scuole. Ho conosciuto così la StraBologna.”

Questo il primissimo ricordo di Venuste, che prosegue:

La cosa che mi ha colpito di più è il radicamento di questa manifestazione, nella città, nei quartieri e nelle scuole. Credo che la StraBologna sia la madre degli eventi in città, una fiera sportiva a Bologna.

Ho vissuto eventi sportivi nel mondo e in tutta Italia, ma questa caratteristica è davvero unica.  Avere oltre diecimila persone è un record assoluto.

L’ultima volta che ho partecipato ero con il gruppo Human Rights, che mi hanno coinvolto nel loro progetto di coesione sociale.

Così parlai a Franco Carati del progetto ed insieme organizzammo la partecipazione di tutto il gruppo alla StraBologna.”

 

Nyongabo poi prosegue nel racconto:

 

Ho anche partecipato come gruppo di un’azienda: anche questa è una caratteristica che non ho visto da altre parti, in altre manifestazioni. Tutti si focalizzano sui gruppi sportivi, ma ci sono tante persone che praticano attività fisica senza essere affiliati a società o gruppi sportivi. La StraBologna riesce a coinvolgere tutti.

Infine, un ricordo:

E stato Franco Carati a farmi conoscere Bologna.

StraBologna era sua.

E’ stato lui a coinvolgermi, a considerarmi un simbolo dell’integrazione a Bologna.

Carati per me è stata la StraBologna.”

Grazie Venuste, ti aspettiamo in Piazza Maggiore!

StraBologna StraBologna Scuole StraBologna da Cani

Partner